Insolito

The Small (MI)

di Lavinia Colonna Preti
The Small (MI) — Lombardia Secrets

The Small è un luogo unico, forte, dall’anima speciale, perché così è il suo creatore, il designer Giancarlo Petriglia, una vita dedicata al bello, all’arte e alla moda.

Seconda casa dello stilista Giancarlo Petriglia, massimo dei voti presso la NABA di Milano, per anni direttore artistico di Trussardi e oggi titolare del suo brand di borse e accessori, il locale riflette l’amore per la cultura, la sua addiction per il collezionismo e la ricerca, e quell’innato senso della provocazione che solo i veri artisti sanno trasformare in arte.

Il piccolo ristorante e cocktail bar nasce nel 2008, dalla voglia di Giancarlo di realizzare qualcosa insieme al suo grande amore dell’epoca con l’idea di creare un luogo a Milano che coniugasse la passione per l’arte con la buona cucina italiana, un posto dove incontrarsi, organizzare mostre e stare bene con gli amici.

The Small (MI) — Lombardia Secrets

In The Small confluiscono tutte le mie esperienze e i miei sogni: moda, cibo, arte qui si contaminano a vicenda senza confini, proprio come dovrebbe essere sempre.

(Giancarlo Petriglia, founder)

Inizialmente il locale era situato in una stanza dell’attuale location, ed ecco l’origine del suo nome, The Small, perché con soli 12 coperti era il ristorante più piccolo di Milano. L’edificio, risalente al 1919, ospitava al piano terra uno dei primi supermercati della città, di cui conserva il bellissimo pavimento originario, poi convertito in singoli negozi che Giancarlo ha via via acquistato nel tempo, ingrandendo così il bistrot che oggi conta tre bellissime sale contigue.

La cucina è quella della tradizione italiana che punta sulla qualità della materia prima, poco lavorata per mantenerne il sapore, e presentata in modo semplice. Il menù, sempre in evoluzione, è ispirato alle origini di Giancarlo, milanese d’adozione ma con sangue pugliese e ciociaro, e piacevolmente contaminato dai paesi di origine dei tanti amici e amori che si sono succeduti nella vita dello stilista. Così in carta troviamo le polpette della nonna e gli spaghettoni all’astice e pomodoro datterino, la cotoletta alla Milanese impanata con i Taralli e le erbe aromatiche, o il filetto di tonno in crosta di pistacchio.

The Small (MI) — Lombardia Secrets
The Small (MI) — Lombardia Secrets

L’arredo del locale è un capolavoro in sé, in realtà composto dalle tante opere collezionate da Giancarlo nel tempo e durante i suoi viaggi di ricerca: ogni oggetto ha, infatti, un significato speciale legato ad un ricordo o una emozione. Come i riferimenti alla sua infanzia, dal Mickey Mouse, ultimo Made in USA della Disney prima di spostare la produzione dei suoi gadget altrove, ai personaggi Lego giganti, sino ai tanti specchi convessi che gli ricordano il primo regalatogli dall’amata nonna per proteggerlo dalla sfortuna (si dice, infatti, che questo tipo di specchi protegga dalle energie negative).
Dalle sue trasferte provengono, invece, le statue classiche acquistate a Barcellona, i quadri ottocenteschi trovati a Parigi e in giro per negozi d’antiquariato in tutto il mondo, come quello dallo sfondo rosso nella seconda sala che raffigura Leone Fortis, fondatore de Il Pungolo, il primo giornale d’Italia edito a Milano.

E Gianpietro ha anche un occhio speciale per gli artisti di talento, molti dei quali sono suoi amici. Ne sono un esempio il grande quadro all’entrata, opera che l’artista Simone Fugazzotto ha creato espressamente per il locale, omaggio all’amore, complicato a volte come il cubo di Rubik, o il Bacio di Marco Lodola che è stato recentemente scelto dal brand Dior per una originale collaborazione internazionale.

The Small (MI) — Lombardia Secrets

Il ristorante ospita al piano inferiore una piccola galleria d’arte utilizzata come spazio per eventi, da cui si accede da uno scenografico portale dorato che proviene dalla sacrestia di una chiesa sconsacrata di Bergamo del 1300.
La passione di Giancarlo per l’arte si respira davvero ovunque nel locale, esplicitata nell’opera tipografica “voglio più spazio per l’arte”, in realtà riferimento ai piccoli spazi che aveva in origine, ma oggi diventata simbolo della filosofia di The Small.
God save the Queen and The Small!

Il segreto

La passione di Giancarlo per la moda nasce anche dalla bellezza che ha respirato in famiglia: la mamma era infatti sarta di abiti da sposa e gli ha trasmesso la conoscenza per la sartoria e i tessuti. Ancora oggi lo aiuta nel locale, in particolare occupandosi della mise en place e della perfetta stiratura delle tovaglie del ristorante.

Info utili

The Small
Via Niccolò Paganini 2
20131 Milano
Tel. +39 02 20240943

Antipasti: 12 — 24 euro
Primi: 12 — 25 euro
Secondi: 12 — 24 euro

Trova i luoghi secret più vicini alla tua città